Le foto che qui si offrono alla consultazione scientifica, di proprietà degli eredi, furono scattate da Elio Conti nell’arco di oltre trent’anni, dai primi ’60 alla morte (1986), durante i quali egli batté palmo a palmo tutte le zone del territorio fiorentino che erano o erano state oggetto dei suoi approfondimenti per i volumi sulla Formazione della struttura agraria moderna nel contado fiorentino. Conti era infatti convinto che le ricerche d’archivio dovessero andare di ugual passo con la conoscenza del territorio sul quale si interrogavano i documenti medievali. Questa sua convinzione fu trasmessa agli allievi, coinvolti in gite di studio che altro non erano se non vere e proprie ‘lezioni all’aperto’ nelle quali l’esegesi della documentazione scritta, magari risalente a molti secoli prima, era fatta esattamente nei luoghi ai quali si riferiva. Conti operava le sue ricognizioni fotografiche sul territorio secondo un preciso progetto e secondo itinerari prestabiliti nel dettaglio, fissando sul negativo gli oggetti per un qualche verso ritenuti da lui interessanti – paesaggio, insediamenti, elementi dell’architettura degli edifici rurali, qualche volta anche personaggi e volti del mondo della mezzadria che stava scomparendo. Conti non venne mai meno a uno scrupolo rigoroso: conscio che la dinamica accelerata delle modificazioni del paesaggio indotte dall’inurbamento e dalla fine della mezzadria avrebbero fatto presto di quelle foto veri e propri documenti storici, egli le datò (col riferimento all’anno, al mese e al giorno), segnando esattamente sulle tavolette dell’IGM i punti di ripresa, non di rado annotando persino il tipo di pellicola usata – per lo più il b/n, che preferiva  – i tempi di posa e la focale dell’obbiettivo. Complessivamente ci sono rimaste circa 6.000 foto, un migliaio nel formato 24x30 cm, le altre in formati minori. Non sono disponibili i negativi, la maggior parte dei quali era irrimediabilmente degradata già al momento della sua morte. (F. Sznura)
Al momento è in rete un primo lotto di circa 500 fotografie, le rimanenti verranno poste online progressivamente.

Accedi alla Galleria Fotografica