L’Associazione è stata fondata nel 2001 da Franek Sznura chiamando a raccolta un gruppo di colleghi e di allievi allo scopo di creare un luogo stabile di incontro e di discussione, anche per non interrompere con la laurea il rapporto di collaborazione scientifica e umana tra docenti e laureati. I fondatori sono soprattutto dell'opinione condivisa che, a prescindere dalla professione e dall’età, chiunque sia motivato può più facilmente trovare, grazie all’Associazione, il modo di contribuire agli studi storici, particolarmente di ambito toscano e fiorentino, e alla divulgazione della conoscenza storica. L’Associazione è intitolata al compianto Prof. Elio Conti, Maestro e amico di alcuni tra i fondatori, perché egli stesso aveva voluto, con finalità analoghe, il Seminario Gaetano Salvemini rimasto inattivo per la malattia e la prematura scomparsa del Conti. 

L'Associazione è retta da un Consiglio Direttivo composto attualmente da Andrea Barlucchi (presidente), Laura De Angelis (vicepresidente), Augusto Ferrari (segretario), Nicoletta Baldini, Alarico Barbagli, Stefano Calonaci, Laura De Angelis, , Pär Larson, Giuseppe Vittorio Parigino e Andrea Zagli .

La vita associativa è regolata dallo Statuto approvato e pubblicato il 4 maggio 2001.

Le decisioni vengono prese dall'assemblea degli associati, organo sovrano cui compete l'approvazione del bilancio annuale di esercizio e di quello preventivo, come pure di ogni altra iniziativa di ambito culturale ed economico.

Possono far parte dell'Associazione le persone fisiche, gli enti, organismi e istituzioni di natura pubblica o privata o anche religiosa, sia di nazionalità italiana che straniera. Per aderire è necessario inviare domanda tramite l'apposito modulo di adesione al Presidente (anche per posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Il Consiglio Direttivo provvederà a rispondere alle domande di ammissione entro 60 giorni. Gli associati sono tenuti a corrispondere annualmente la quota associativa.

Download del testo dello Statuto (PDF)